Olio extravergine di oliva Puglia
 

…a proposito di nutrimento del pianeta.

Nella Guida al tema “Expo 2015” viene posta un’interessante domanda: “È possibile assicurare a tutta l’umanità un’alimentazione buona, sana, sufficiente e sostenibile?”

L’articolo prosegue così:

“Dopo averci nutrito per millenni, il pianeta Terra ha bisogno di nutrimento, fatto soprattutto di rispetto, atteggiamenti sostenibili, applicazione di tecnologie avanzate e visioni politiche nuove, per individuare un equilibrio diverso tra risorse e consumi.”

“Dopo averci nutrito per millenni, il pianeta Terra ha bisogno di nutrimento, fatto soprattutto di rispetto, atteggiamenti sostenibili, applicazione di tecnologie avanzate e visioni politiche nuove, per individuare un equilibrio diverso tra risorse e consumi.”

Se 900 milioni di persone patiscono la malnutrizione e altrettanti subiscono i danni di un’alimentazione eccessiva e disordinata è evidente che il tema della sicurezza e salubrità alimentare si pone su una scala globale, coinvolgendo direttamente o indirettamente la maggior parte degli individui sulla terra.

Come garantire a tutti cibo sano? Come cibo e salute sono in relazione negli stili di vita, nelle attività motorie, nel benessere delle persone? Come lo sfruttamento delle risorse e la sostenibilità ambientale possono convivere? In che modo la salubrità del cibo deve influenzare le scelte di produzione dell’energia e l’uso delle risorse naturali?

L’olio incarna alla perfezione l’esempio di alimentazione sostenibile. L’Oleificio Cooperativo Cima di Bitonto applica sistemi di coltivazione non intensivi. Quanto alla lavorazione, vengono utilizzate tecnologie in grado di mantenere un rapporto ottimale tra produzione e dispendio energetico.